Buongiorno cari lettori, oggi parliamo di “Oltre i limiti dell’universo” di Genny Sollazzi edito Scatole parlanti che ringrazio per la copia digitale.

Ne “Gli archetipi e l’inconscio collettivo”, C.G. Jung scriveva: “Dobbiamo imparare a conoscere noi stessi per sapere chi siamo, poiché inaspettatamente, al di là della porta, si spalanca una illimitata distesa, piena di inaudita indeterminatezza”. Questa citazione descrive bene ciò che accade ai protagonisti del romanzo. In un mondo artificiale, dove tutto pare perfettamente organizzato, una salvifica radice di follia riesce a crescere nel buio della logica. Come un fiore resiliente sa nascere dal cemento, una tenera storia d’amore può scrivere le proprie rime all’ombra di regole e controlli, innescando un insopprimibile e pericoloso desiderio di conoscenza. Un vero e proprio viaggio nel cosmo la cui destinazione sconosciuta conduce al centro di se stessi.
Pagine: 104
Voto: 4,5
La difficoltà sta nella perfezione, una perfezione utopica irraggiungibile o forse visto quanto scritto in “Oltre i limiti del mondo”. Questo libro incarna la maggior parte delle cose che cerco nella lettura.
Al primo posto la scrittura, Genny Sollazzi è anche una poetessa e lo si nota dalla sua penna, la sua cadenza narrativa e la scelta accurata delle parole, ti fanno immergere in questa storia con il retrogusto acidulo.
La penna di Genny Sollazzi è particolare, fresca, misurata e davvero ipnotica, seppur poche pagine il libro mi ha convinta, mi ha catturata, ho fatto anche io un po’ un viaggio dentro me stessa e con l’ultima frase di questo romanzo penso di essermi ritrovata.
Passiamo ora alle ambientazioni, un viaggio nel cosmo vi basta come scusa per leggere questo libro? E vogliamo parlare dell’idea in sé delle teche di vetro dove vivono ormai gli uomini visti i continui stress sulla natura? Quanto può essere distante come immagine?
Almo, invece, siamo noi, noi ribelli, noi lettori. Lui è il solo che non vuole più chinare la testa e vivere, fare le sue scelte capire cosa c’è oltre quello dettato dai piani alti.
Per parlarvi di questo piccolo gioiello andrei a farvi spoiler più o meno importanti che potrebbero farvi perdere quel magico realismo del romanzo.
Vi invito a leggerlo con cognizione di causa, è un libro con diverse tematiche da tenere sotto controllo e fate come me, per favore, perdetevi in queste pagine. E non ve ne pentirete.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...