Buongiorno cari lettori, oggi agguerrita vi parlo di un romance con i fiocchi, ovvero “Tutta colpa di Joker” di Ella Hope.

Dopo aver subito una scottante delusione, decide di concentrare tutte le sue energie sul lavoro. Vuole essere indipendente ed è intenzionata a dimostrare, non solo agli altri, ma soprattutto a sé stessa, il suo valore.Mia, la sua amica di sempre, però, non sembra essere d’accordo; vuole che la ragazza si lasci alle spalle le delusioni del passato e torni ad aprire nuovamente il suo cuore. Durante una festa in maschera Becca incontra un misterioso ragazzo travestito da Joker. Tra loro scatta subito la scintilla; sono affini e per un istante Becca sente riaffiorare il desiderio di innamorarsi di nuovo. Ma giunta a casa si rende conto di non sapere nulla del suo nuovo “amico” dal volto coperto, nemmeno il nome.

Pur non riuscendo a smettere di pensare a lui, nei giorni successivi, cerca di focalizzarsi sugli obiettivi professionali, ma le cose non vanno secondo i suoi piani.

Riuscirà Becca a superare l’ennesimo ostacolo e a concedersi la libertà di amare?

Pagine: 181

Acquistalo qui

Voto: 5

Se cercate un romanzo rosa fresco, ironico e che non te la faccia passare liscia così facilmente, “Tutta colpa di Joker” è il libro adatto a te. Becca incontra a una festa in maschera Joker, un ragazzo fuori dagli schemi che sembra però essere tutto l’opposto nella vita reale.

Dopo essersi scambiati qualche informazione per iniziare a conoscersi, passano del tempo assieme sicuri di non incontrarsi mai più.

Becca nel frattempo continua la sua vita, intrappolata in un lavoro che non le lascia spazio per vivere, che la tiene incatenata e che non la gratifica in alcun modo.

Il Dottore, il capo di Becca dovrebbe avere una bella lezione per come tratta le dipendenti.

Joker, un ragazzo alla mano, che si prende cura delle persone a cui vuole bene e soprattutto non è un capo stronzo e strafottente ma si preoccupa del benessere dei dipendenti, assodando anche che deve essere lui stesso il primo a dare il buon esempio, questa descrizione al lettore sarà subito chiara a chi affiancarla.

A volte celare la propria identità è un bene, vivere e sorridere anche, fidarsi potrebbe essere difficile e potrebbe mettere tutto in discussione.

Una storia molto carina e spigliata che ti fa venir voglia di leggerla tutta d’un fiato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...